Se la vita non ti sorride... allora tu falle il solletico! Chi non ama cucinare non sa che spicchio felice della vita che si perde!

martedì 9 novembre 2010

Zeppole o graffe con le patate

Chi le chiama zeppole (come me) o graffe (come la chiamano soprattutto a Napoli), ma come si chiamano si chiamano, sono sempre buone, ma solo se sono morbide. Questa ricetta me l'ha passata mia cognata Carla che è la regina delle zeppole. Insomma.... come le fa lei a me non riescono mai!


ZEPPOLE O GRAFFE
1Kg farina
2-3 patate
125g burro
pizzico di sale
7-8 uova
2-3 pugni di zucchero
3 pezzi di lievito
ruhm o limoncello
Lessare le patate e inserirle passate con lo schiacciapatate nella farina, solo quando saranno tiepide. Aggiungere lo zucchero e cominciare a mescolare il tutto. Aggiungere le uova e lavorare tutto energicamente. Lasciare lievitare per circa due ore circa. Dare la forma alle zeppole e farle lievitare ulteriormente. Friggere in olio ben caldo e, una volta cotte, passarle subito in una miscela fatta di zucchero e cannella. La vera goduria sarebbe mangiarle ancora calde (è un sapore indescrivibile), ma sono ottime anche fredde.

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi dirmi qualcosa?